Chi è Dr. REBECCA Adam ?

Chi è Dr. REBECCA Adam ?

L’ Avvocatessa chiama la professione legale “contraddittoria”.

Una avvocatessa sorda di seconda generazione ha parlato della discriminazione che ha ricevuto dalla professione legale australiana, che lei sostiene sia dovuta alla sua disabilità.
Amministratore delegato della WA Deaf Society Rebecca Adam è avvocatessa qualificato da oltre 20 anni, ma afferma di non essere stata in grado di esercitare la professione legale perché è ipoudente.
Parlando con gli avvocati settimanali, l’avvocatessa Rebecca Adam ha spiegato di aver lavorato in particolare per uno studio legale per circa un anno prima di decidere di lasciarla andare senza alcuna motivazione.
“Dopo un anno mi hanno detto “no”, non avremo più il tuo contratto qui, non c’è nessuna opportunità per te. Ero così sbalordito, c’erano altre cinque o sei persone e la maggior parte di loro ha ricevuto offerte di lavoro [dopo il periodo di prova]. Ero l’unico a non farlo, ovviamente perché ero sordo, ha detto.

“Per me, pensavo che andasse tutto bene, le relazioni funzionavano bene, le riunioni con i clienti andavano bene, sono andato in tribunale ma non mi hanno dato un lavoro e ne sono rimasto assolutamente sconvolto, mi ha davvero portato indietro.
“È stata un’esperienza per me provare, per la prima volta, cosa significasse veramente essere una persona sorda.”
Da allora, l’avvocatessa Rebecca Adam ha dichiarato di non essere stata in grado di svolgere alcun lavoro come professionista legale.
“Continuavo a bussare alle porte, chiedendo agli studi legali [se avessero avuto qualche lavoro disponibile], e dicendo loro” Posso portare questi clienti a te, in particolare “. Dopo un anno di lavoro, non avevo ancora un colloquio di lavoro. Continuavo, chiedevo, chiedevo, chiedevo tutto il tempo ma ancora nessun frutto. Quindi ho dovuto lasciare la professione legale ed ero molto, molto triste “, ha detto.

“Capisco che nella vita a volte devi essere flessibile e pensare a quale sentiero vai giù e affrontare gli obblighi e i blocchi che hai, ma questo, specificamente per me, era basato su cattivi atteggiamenti e basato su percezioni errate per quanto riguarda le persone non udenti e la loro capacità di fornire alla professione legale.
“Non sono stato visto come qualcuno che potrebbe fornire un ambiente migliore nel sistema legale per le persone sorde, sono stato visto come non in grado di fornire un servizio ……..
Penso che [la professione] dovrebbe essere responsabile del motivo per cui non hanno permesso o provate anche a dare una persona sorda. ”

Tuttavia, l’avvocatessa Rebecca Adam ha osservato che non sono solo quelli che sono sordi a essere discriminati nella professione legale, ma anche coloro che sono ciechi.
“Ho incontrato un avvocato cieco che lavora in ufficio facendo l’inserimento di dati o rispondendo al telefono”, ha detto.
“Anche lei era un avvocato qualificato, ma non pratica la legge perché non c’è opportunità per loro. La professione legale non è disposta a dare loro un’opportunità. ”
Ms Rebecca Adam ha aggiunto che l’enfasi che gli studi legali mettono sulla diversità e sull’inclusione è “contraddittoria”.
“Mi piacerebbe davvero scuotere il sistema legale e incoraggiare gli studi legali a pensare alla loro responsabilità nei confronti della società australiana per assicurarsi che la loro forza lavoro rifletta la ricca diversità nella comunità australiana e il contributo che può essere dato alla società australiana” lei disse.
“Hanno bisogno di iniziare a pensare di assumere persone di diversa estrazione e smettere di pensare a tutti i finanziamenti e alla parte finanziaria di esso e dicendo che non può essere fatto.
“Perché quando si ha la diversità rappresenta una comunità diversificata, ha un impatto sulla vostra linea di fondo e in più di un modo.”
Herbert Smith Freehills sta lavorando per combattere la discriminazione di chi ha una disabilità, annunciando che il 13 dicembre ha lanciato una rete di abilità australiana.
L’Australian Ability Network ha lo scopo di supportare i dipendenti con disabilità e coloro che si prendono cura di una persona disabile.
Herbert Smith Freehills, managing partner regionale – Asia e Australia – Sue Gilchrist ha affermato che la creazione della rete è parte integrante della strategia globale di inclusione e diversità dell’azienda.
“Celebriamo le nostre somiglianze e le nostre differenze e l’Australiana Ability Network assicurerà che le persone con disabilità si sentano sicure e supportate, fornendo allo stesso tempo le risorse pratiche necessarie per consentire a tutte le persone dell’azienda di prosperare”, ha affermato.

 

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un tuo commento

 
 




 

Categorie

Foto recenti

Calendario 2017

ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Contattore





 
Loading...
Facebook Messenger for Wordpress