Il Dr.Roberto Wirth premiato con il Leone d’oro “Riconoscimento speciale alla Carriera’.

Venerdì 14 settembre 2018 alle ore 9 si è tenuta presso la Sala Regina della Camera dei Deputati la conferenza “Leone d’oro per la pace II edizione”.
Al timone della 72esima edizione, ancora una volta il dott. Sileno Candelaresi, presidente del Gran Premio e attento supervisore della rassegna.
Nell’ambito della manifestazione il signor Roberto Wirth ha ricevuto un ‘Riconoscimento speciale alla Carriera’.
“Il Leone d’Oro”, ha spiegato il dott. Candelaresi ai microfoni del Gran Premio, “è un simbolo, un emblema dell’Italia che merita. Lo spirito che ci entusiasma è lo stesso dava linfa ai pionieri che oltre 70 anni fa diedero vita a questa grande avventura: la volontà di consacrare le nostre eccellenze. Crediamo che le nuove generazioni abbiano bisogno di punti di riferimento. I nostri appuntamenti, lungi dall’essere semplici premiazioni, vogliono tentare di offrire dei “ritratti” di queste grandi personalità, in modo che i nostri giovani possano trovare in loro un modello, l’esempio di un futuro possibile”. Il presidente non ha mancato di informarci anche su quella che è a tutti gli effetti una sezione abbastanza recente del Premio. “L’edizione di quest’anno del Leone d’Oro per la Pace”, queste le parole di Candelaresi, “vanta ospiti eccezionali. Figure che hanno mostrato all’Italia e al mondo come sia possibile instaurare un’etica delle relazioni internazionali basata sul rispetto tra i popoli. Per me, in rappresentanza di tutto il Comitato del Leone d’Oro, è un onore e un privilegio poterli insignire dei nostri riconoscimenti”.
Roberto E. Wirth, proprietario e General Manager dell’Hassler Roma è nato a Roma nel 1950. Primogenito di Oscar e di sua moglie Carmen, rappresenta la seconda generazione di proprietari dell’Hotel Hassler e la quinta generazione di una famosa dinastia di albergatori svizzeri. Per quasi due secoli, infatti, la famiglia Bucher –Wirth ha lasciato il suo segno nel settore dell’ospitalità, gestendo alberghi di prestigio in Italia, in Svizzera e in Egitto come l’Hotel Semiramis al Cairo.
La dinastia cominciò con Franz-Josef Bucher, considerato uno dei pionieri dell’industria alberghiera in Europa. Agli inizi del 1870, Bucher acquistò e sviluppò la Trittalp, un’area in Svizzera precedentemente remota e inaccessibile. In un paio di anni, costruì una serie di prestigiosi alberghi, lanciandosi anche nel settore dei trasporti, costruendo strade, funicolari, la ferrovia del Burgenstock, oltre alla seggiovia Hammetschwand, ancora oggi la più alta d’Europa.

 

0 Commenti

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un tuo commento

 
 




 

Categorie

Foto recenti

TVSORDLIS

Calendario 2017

Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Contattore





 
Loading...
Facebook Messenger for Wordpress